martedì 9 febbraio 2010

Foresta di Merlino

Dopo un venerdì in casa, thè, filosofia, musica e vino, un sabato Reggae per un concerto vicino casa, la domenica siamo andati alla misteriosa foresta di Merlino.

La foresta di Paimpont o Brocelier, ricca di leggende leggendarie, da Re Artù, la spada nella roccia, a Lancillotto e la dama del lago, la spada Excalibur, i druidi e le magie di Merlino.
Un luogo alquanto mistico, a 70 Km da Rennes.

Quella qui sotto è la tomba di Viviane, che sarebbe la dama del lago, amante di Merlino, da cui trasse i poteri, per poi morire dentro il lago, dove aver intrappolato Merlino in un albero.




L'edera bretone....



Scorci magici della foresta, colori fluorescenti e druidi nell'aria...



...bisogna prendere coscienza che la natura ha creato la bellezza...e tutto il resto...è necessaria solo attenzione nel saperla riconoscere....


L'albero dove è stato intrappolato Merlino...secondo la leggenda...



La laguna dove vive la dama, dove nacque Lancillotto, da dove venne fuori la spada Excalibur, come nel film di Fantozzi...




Momento filosofico, una nuova filippica, questa volta sull'EGO, commenti ben accetti:
------------------
Qualsiasi forma di condivisione, altruismo, porta all'interno di un pò di EGO della persona che l'ha vista necessaria.

L'arte è l'espressione della libertà individuale e si porta dietro l'EGO dell'artista che la espone.

L'EGO è rendersi conto di come si è ed accettarlo, condividendolo con gli altri.

Senza EGO non esisterebbe l'espressione.
-------------------
La mia maniera di portare la spesa...ecologica no?



Un abbraccio a tutti, sabato parto con Olmo verso la Normandia con Maelle, un piccolo tour prima di abbandonare la Francia, Mount St.Micheal, le spiagge di Omaha e Parigi, alla volta di Bruxelles in Belgio, poi Olanda.
Il libro è a buon punto, sono quasi alla fine del viaggio, poi una rilettura generale e la parte editoriale...non mollo anche se è una dura lotta perdersi nei ricordi...

Presto ritornerò in Italia a iniziare qualcosa...tutto parte dall'inizio...

3 commenti:

Brigantia ha detto...

Ciao Fil!
che bella la storia della foresta!
me la sono sognata stanotte!
e dentro l'albero di Merlino, ovviamente un po' diverso nel sogno, c'era come una teca, come uno schermo di vetro, con dentro una luce azzurra... e poi chissà... mah!

x l'ego: non credo che ogni forma di espressione implichi l'ego, mi auguro proprio di no.

penso che gli artisti, che magari fanno anche cose bellissime, spesso siano troppo pieni di sé (un conto è l'opera d'arte, un conto la persona), la storia è piena di artisti ineguagliabili ma anche... inaffrontabili come persone!)

un esempio stupido: il Dalai Lama si esprime, ma non certo in termini egoici, piuttosto universali. Non è espressione la sua?

penso che il nuovo mondo di cui abbiamo così bisogno abbia anche bisogno di una nuova visione dell'arte

penso che arte non sia solo un oggetto, una performance, una canzone, penso che Arte sia Arte della vita e delle relazioni, arte della verità verso se stessi e verso gli altri.
ovviamente è difficile.
ma questa è solo la mia opinione.

L'ego, incentrando la visione su se stessi, rende difficile una compartecipazione vera e profonda con gli altri. Compartecipazione è lasciare da parte le proprie inclinazioni personali per il gruppo.
così penso io.

un abbraccio!

Brigantia ha detto...

ecco, sono logorroica! (sarà l'ego?!? ;)
ho visto ora quant'è lungo il mio commento, scusa
ma il tema è molto interessante

ciao

Francesco ha detto...

Ciao Filippo, sono Francesco, ci siamo conosciuti a Salta in ostello. Ogni tanto leggo con piacere il tuo blog, e mi fa piacere vedere come te la passi.

Mi ha incuriosito la tua riflessione sull'ego. A tal proposito mi hai fatto venire in mente un vecchio pensiero, che non facevo più da parecchio tempo. Te lo riassumo.

"Ogni forma di altruismo è, in realtà, egoismo".

A distanza di tempo, questa frase mi fa ricordare quanto fossi stato stupido a credere che l'egoismo fosse il miglior modo per fare del bene agli altri. Per la serie: "se non sto bene io, come posso far star bene gli altri?". Comunque, forse non è proprio attinente con quel che dici tu, ma il solo fatto che mi sia tornata in mente gli dà, come posso dire, "attinenza".

Oggi, invece, sono più propenso a pensarla in altro modo, rovescando la medaglia: "il vero egoismo è, in realtà, un atto di altruismo", come a dire, "solo se sto bene con gli altri, starò bene con me stesso". Riflessioni un po' a casaccio, ma che per me hanno un grande significato.

Ti saluto, e ti lascio un mio link dove mi diletto nello scrivere poesie:
http://poesiedifrancescodeiana.splinder.com tra le prime cose che ho postato potrai scaricarti il mio primo libricino di poesie in pdf, che, ti dissi, ti avrei fatto pervenire... bhe... un po' in ritardo... ma alla fine eccotelo. he eh

un grande saluto e que te vaya bien

p.s. in silenzio, ma anche i miei amici ti seguono!!! ciao.